Il Blog di Grazia De Fiore

Salve a tutte mamme e future mamme ! Mi chiamo Grazia De Fiore, sono Consulente Professionale in Allattamento IBCLC. Se avete bisogno di informazioni sull'allattamento, avete dubbi o incontrate qualche difficoltà, ponete pure le vostre domande su questo blog o contattatemi privatamente!

Allattare i gemelli

15/09/2016 - Allattamento - , , , ,

Allattare i gemelli

Spesso si sente dire che l’allattamento dei gemelli è una condizione difficile, se non impossibile.

Sicilia e donna, mi ha posto il quesito e ne è nato un articolo che risponde a molti dubbi. Ve lo posto qui e come sempre, vi invito a consultare il portale Sicilia e donna, nel quale trovate molti articoli che riguardano l’universo femminile.

Allattamento: come fare se si tratta di gemelli?

L’allattamento non è per tutte un compito facile, già con un solo bambino, che fare, quindi, se i bimbi invece sono due, o addirittura tre? Ecco i consigli della nostra consulente sull’allattamento Grazia De Fiore.

“Innanzitutto ricordiamoci che la produzione del latte di una donna è indissolubilmente legata alla richiesta, quindi a chi si stesse chiedendo “Ma si può fare?”, la risposta è sicuramente Sì! Se a richiedere nutrimento saranno due bambini, allora, spontaneamente, la mamma farà latte per due! Una donna può allattare una anche tre gemelli. Ricordiamo due casi esclusivi, raccontati nella letteratura dell’allattamento, di due donne che hanno allattato nonostante particolari difficoltà. Una madre ha allattato, infatti, tre gemelli e un’altra ha nutrito una coppia di gemelli da un solo seno.

Quali sono le condizioni necessarie per riuscire a farlo?

  1. Motivazione: Prima di tutto una forte motivazione. Ancora più di quella che ci vuole per decidere di allattare un solo bambino. Allattare una coppia di gemelli è infatti molto impegnativo e richiede una costante forza di volontà. Sia che si allatti un solo bambino o che se ne allattino due, il primo periodo resta comunque di apprendimento e richiederà molto tempo. Superate le prime settimane allattare diventerà un modo pratico e gradevole per nutrire i bambini.
  2. Informazione: Il modo migliore per prepararsi rimane quello di osservare le altre madri che allattano. Frequentare quindi altre mamme sin dall’inizio della gravidanza è molto utile. Se le condizioni fisiche di salute non lo consentono, cercare un contatto con consulenti in allattamento o informarsi leggendo sull’argomento.
  3. Supporto: Bisogna poter contare su un supporto stabile. Prima di tutto il papà. Il suo contributo è molto prezioso, la sua fiducia nell’allattamento sarà un grande contributo. Di grande importanza anche quello che viene dal personale sanitario del luogo del parto e dai familiari.
  4. Aiuto in casa: Non guasterebbe servirsi di un aiuto materiale che allievi alla mamma il lavoro domestico.

Alcune regole pratiche

Nella pratica dell’allattamento poi ci sono alcune regole che sono importanti, ancor più se si tratta di gemelli. Se i bambini restano con la mamma fin dalla nascita bisogna cominciare ad allattare presto. Bisogna poi allattare spesso. Con poppate frequenti dalle 8 -10 -12 nei primi giorni. Ovviamente il tutto moltiplicato per due. Potrebbe sembrare molto faticoso, questo processo è indispensabile per stimolare la produzione di latte. Evitare biberon e succhiotti per non confondere i bambini mentre stanno imparando a succhiare. Se i bambini, per ragioni di salute, sono separati dalla mamma, invece, bisogna usare un tiralatte ogni due tre ore.

In che posizioni allattare i gemelli

Alcune donne allattano i figli singolarmente altre cercano di allattarli contemporaneamente.

Ecco alcune immagini su come allattarli contemporaneamente:

bambini in parallelo in una posizione classica con la testa supportata dalle mani della madre Bambini in parallelo in una posizione classica con la testa supportata dalle mani della madre
un bambino in posizione classica e l'altro all’indietro un bambino in posizione classica e l’altro all’indietro
i due bambini in posizione di pallone da rugby i due bambini in posizione di pallone da rugby
posizione V: la madre è sdraiata sulla schiena, le teste dei bambini vanno a formare una V. Le ginocchia dei bimbi toccano i fianchi della madre”. posizione V: la madre è sdraiata sulla schiena, le teste dei bambini vanno a formare una V. Le ginocchia dei bimbi toccano i fianchi della madre”.
Condividi sui social

Consulente professionale in allattamento materno, ho cominciato nel 2000 come consulente volontaria de La Leche League France e Italia, nel 2002 ho sostenuto il primo esame di IBCLC, rinnovato nel 2010.

Dal Luglio 2015 ho innaugurato un centro allattamento Café Bébé, un luogo d'incontro e di sostegno per le mamme.

0 Comments
Ci farebbe piacere se volessi lasciarci un commento!

Leave a Reply